SCOPRI LA TUA PROSSIMA META

Destinazione

Dal

Al

Perchè l'Italia deve puntare sul turismo enogastronomico

Perchè l'Italia deve puntare sul turismo enogastronomico

Lenogastronomia crescerà a doppia cifra anche nel 2018. 

Il turismo enogastronomico, quello di qualità, quello che permette ai viaggiatori di scoprire l’immenso patrimonio culinario italiano piace e probabilmente continuerà a crescere nei prossimi anni.

Non è un nostro studio interno a dirlo ma il Food Travel Monitor che parla di oltre il 30% di turisti interessati a scoprire l’Italia attraverso il cibo, abbinando alla propria vacanze esperienze uniche.

Perché le strutture italiane dovrebbero puntare sull’enogastronomia nel 2018?

Il Rapporto sul Turismo Enogastronomico Italiano 2018 mette in risalto 3 dati che dovrebbero convincere anche i più scettici sulla grande opportunità che hanno le strutture ricettive e aziende agricole italiane.

1.Circa il 63% dei turisti italiani sceglie la propria destinazione anche in correlazione al valore delle esperienze enogastronomiche che offre il territorio.

2. Oltre il 30% dei viaggiatori è formato da turisti enogastronomici, con un balzo del 9% in soli due anni;

3. Il 42% delle strutture ricettive e degli eventi viene scelto sulla base del binomio cibo e territorio.

Aziende vitivinicole, agriturismi, caseifici, oleifici, fattorie hanno la grande opportunità di poter abbinare e far scoprire i proprio prodotti attraverso la creazione di esperienze uniche che permettano ai viaggiatori di immergersi e conoscere il processo di scelta della materie e la lavorazione del prodotto finito.

Come iniziare?

Studia il mercato e vivi in prima persona un’esperienza enogastronomica in un’altra regione.

Toscana e Veneto sono le regioni che più delle altre hanno creduto negli ultimi anni al connubio vacanza/cibo.

Analizza i punti di forza della tua struttura e del tuo prodotto per comunicarli al meglio ai potenziali clienti e lavora sui punti di debolezza per trasformarli in opportunità.

Distanza dai centri turistici principali e visibilità online sono quelli più comuni che possono essere facilmente affrontati con una buona strategia.

Qualche consiglio pratico

Cura il tuo sito e il tuo blog offrendo contenuti utili ai viaggiatori per conoscere la tua azienda ed il tuo prodotto.

Crea eventi e pacchetti speciali a tema.

Sfrutta Instagram. Il turista enogastronomico è molto social e coinvolto. Se i tuoi prodotti o la tua location si presentano bene, con molta probabilità verranno fotograte, diventando un potente mezzo di comunicazione e passaparola

Usa Triscovery Marketplace per far scoprire le tue esperienze ed ottenere visibilità online. L’organizzazione di un viaggio passa sempre di più attraverso strumenti semplici e immediati che permettono di pianificare e prenotare in tempo reale attraverso il web.

"Le ricette di cucina sono un bene universale estremamente democratico, un tesoro che appartiene a tutti e che come le sette note può essere combinato in migliaia e migliaia di modi e diventare personale, a volte unico "

(Paola Maugeri)

Perchè l'Italia deve puntare sul turismo enogastronomico